Questo sito può utilizzare cookies tecnici e/o di profilazione, anche di terze parti, al fine di migliorare la tua esperienza utente.

Proseguendo con la navigazione sul sito dichiari di essere in accordo con la cookies-policy.   Chiudi

Variante contestuale al Piano Strutturale ed al Regolamento Urbanistico e Piano Attuativo di cui alla delibera di Consiglio Comunale n.73/2013 - Tiro a volo

Variante contestuale al Piano Strutturale ed al Regolamento Urbanistico e Piano Attuativo di cui alla delibera di Consiglio Comunale n.73/2013 - Tiro a volo

Ccn determinazione n. 254 del 13.10.2014 il sottoscritto è stato nominato Garante dell'informazione, in sostituzione del geom. Roberto Cerretini, già Garante nelle fasi precedenti.

La documentazione relativa al progetto fu pubblicata.sul sito istituzonale del Comune di Crespina dal precedente Garante, al link: http://www.comune.crespina.pi.it/page.php?id=275

La variante in oggetto è stata adottasta con D.C.C. del comune di Crespina n. 73 del 30.12.2013.

Successivamente alla adozione, per tale procedimento sono pervenute le seguenti osservazioni:

-          dalla Provincia di Pisa tramite fax in data 04/06/2014 agli atti dell’Ente al prot. 3803, in merito alla riconsiderazione dell’ubicazione per problematiche idrauliche , sismiche e di interferenza con l’antenna Virgo;

-          dalla Regione Toscana tramite pec in data 13/06/2014 agli atti dell’Ente al prot. 4041, con la quale venivano inserite delle indicazioni concernenti la realizzazione di impianti sportivi e per il tempo libero nel territorio rurale che devono essere finalizzati alla riqualificazione e valorizzazione paesaggistica degli ambiti territoriali in cui ricadono, con particolari prescrizioni al fine di limitare l’altezza o la visibilità della recinzione e delle strutture di sostegno, mentre per quanto atteneva al nuovo dimensionamento attribuito dalle varianti all’UTOE 6B  si riteneva che le stesse non dovessero prevedere ulteriore dimensionamento;

-          dalla Provincia di Pisa tramite fax in data 12/09/2014 agli atti dell’Ente al prot. 6793, a chiarimento/integrazione della precedente osservazione della Provincia di Pisa pervenuta in data 04/06/2014, sopra riportata, venivano richiesti chiarimenti in riferimento alla previsione di nuovi fabbricati per l’uso ricettivo, precisamente veniva richiesto di indicare quali azioni di mitigazione si intendevano adottare nella realizzazione delle opere per il superamento della Pericolosità idraulica media sottoclasse 3b, inoltre venivano richieste quali misure si intendevano adottare per contrastare l’eventuale Impatto Acustico derivante dall’attività di Tiro a Volo, in considerazione all’impianto dell’antenna Virgo;

- in data 19/06/2015 agli atti dell’Ente prot. 5622 è pervenuta da parte di Ego - Virgo una nota contenente le considerazioni del consorzio EGO derivanti dall’esame della documentazione ricevuta e dalle misure di rumore acustico e sismico effettuate nell’area prevista per la realizzazione del campo di tiro a volo, la quale, dichiarava che il rumore prodotto dall’impianto in progetto e atteso a Virgo risultava essere compatibile con l’attività di quest’ultimo

Le indagini geologiche sono state depositate all'Ufficio Tecnico del Genio Civile con la seguente successione:

-          deposito numero 83 relativo alla “Variante al Piano Struttuarle UTOE 6 Le Polle”;

-          deposito numero 84 relativo alla “Prima anticipazione del nuovo RU – Variante relativa all’UTOE 6° Le Polle”;

-          deposito numero 87 relativo al “Piano attuativo per la realizzazione di un parco sportivo per attività di tiro al volo Località Lavoria”;

Per il deposito n. 83 e n. 84  (Piano Strutturale e Regolamento Urbanistico) è pervenuto l’esito positivo del controllo in data 27/04/2015 prot.3806.

Per il deposito n. 87, a seguito di integrazioni fornite dai progettisti, in data 20/04/2016 agli atti dell’Ente al prot.4050 il Settore del Genio Civile Valdarno inferiore costa sede di Pisa trasmetteva l’esito positivo con prescrizioni per la fase di progettazione esecutiva del rilevato.

 

Nell'ambito della procedura di Valutazione ambientale strategica sono pervenuti i seguenti contributi istruttori :

-          Autorità di Bacino del Fiume Arno prot. n.658 del 29/01/2014 il quale evidenziava il quadro conoscitivo ed evidenziava, per la zona oggetto di variante, la classificazione di pericolosità idraulica P.I.3 e P.I.4. e la normativa di riferimento ricordando che gli eventuali progetti architettonici ed esecutivi devono risultare conformi alla disciplina del PAI;

-          Acque Servizi Idrici prot. 826 del 04/02/2014 relativamente al parere sull’acquedotto “parere favorevole” con condizioni e fognatura nera “parere preventivo favorevole”;

Il Nucleo di Valutazione interno ha fornito in data 06.05.2016, prot. 4723, il proprio parere favorevole con prescrizioni.

Il Garante per la comunicazione ha fornito il proprio rapporto conclusivo in data 09.05.2016.

La variante è stata definitivamente approvata con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 44 del 12.05.2016.

 

 Il Garante dell'informazione

ing. Massimo Saleppichi

Tags: -